Ether mining: il successo di Ethereum chiama Bitcoin-Miner sulla mappa

 20. novembre 2018      
 popolarità   

Il run on ether, la moneta digitale della rete Ethereum, è in pieno svolgimento. Anche alcuni grandi minatori del settore si sentono magicamente attratti dal successo della giovane moneta digitale accanto al Bitcoin e si preparano per l’estrazione dell’etere.

Bitcoin code o Ether Miners raggruppano le transazioni e cercano di unirle in gruppi o blocchi

Una volta che un blocco è stato raggruppato o scavato con successo, viene accettato dalla rete e il minatore o Mining Pool riceve la valuta digitale in cambio della potenza di calcolo che ha investito. Bitcoin code o Ether Mining è redditizio per i minatori solo se la potenza e i costi di acquisizione dell’hardware richiesto non superano il prezzo delle monete ricevute. Alcuni chiamano quindi l’arbitraggio delle risorse minerarie: https://www.onlinebetrug.net/it/bitcoin-code/

Non sorprende quindi che il successo di Ethereum abbia portato sulla scena alcuni minatori di Bitcoin. Anche il CEO di BitBank China, Chandler Guo, si è pubblicamente riconosciuto su Facebook come Miner of Ether:

Espositore
Inversione e rally di fine anno possibile dopo il crollo dei prezzi
PULLACH (DJE Kapital AG) – Ottobre è stato uno dei peggiori mesi da molto tempo, ma molti indicatori di mercato come i rapporti put/call e gli indici di investimento indicano una svolta e una ripresa. Per la prima metà del 2019, siamo più cauti e ci stiamo posizionando in modo difensivo.

Guo gestisce una gigantesca miniera di Bitcoin in Cina (ha riferito BTC-Echo). Guo ha anche raccontato a Facebook i suoi piani per una campagna di crowdfunding in cui vuole offrire un ritorno del 2% su tutti i 100.000 etere scavato dai suoi impianti minerari. Solo il 12 maggio Guo ha concluso una campagna di crowdfunding in cui ha offerto il 14 per cento dei 3.500 Bitcoin scavati.

Ether CloudMining: Inizia direttamente con Ether CloudMining e ottieni il 3% di sconto su tutti i tuoi ordini con il seguente codice: vS2DmY

Da allora, Guo ha pubblicato regolarmente immagini della miniera di Bitcoin cinese, comprese le immagini degli impianti di estrazione etere costituiti da centinaia di schede grafiche.

Impianto di perforazione mineraria di etere

Con i primi test minerari di Ethereum, Guo non sembra stare da solo. Come minimo, altri operatori del settore, insieme a Bitcoin, stanno esplorando le acque delle miniere di etere.

L’estrazione di etere gode di una crescente popolarità

I molti anni di estrazione di Bitcoin sono sinonimo di una rivoluzione tecnica. Tutto è iniziato qualche anno fa con il CPU mining. A quel tempo era ancora possibile calcolare (scavare) diversi Bitcoin in un solo giorno con il computer di casa. Oggi questo processo con la CPU richiederebbe mesi o addirittura anni. Dopo la CPU Mining la GPU Mining con le schede grafiche è diventata sempre più popolare. Ma anche questa potenza di calcolo non era sufficiente dopo un tempo “breve” e l’era dell’ASIC mining è iniziata. Qui lo sviluppo è inarrestabile e richiede un costante aggiornamento delle competenze hardware.

Le transazioni della rete Ethereum sono attualmente calcolate e trasferite tramite GPU Power. Come con Bitcoin mining, ci sono pool di estrazione mineraria in cui la potenza di calcolo è raggruppata per trovare più velocemente i blocchi molto richiesti. Qui ci sono piani a lungo termine per un metodo di proof-of-stake per raggiungere un consenso nella storia delle transazioni.

Anche altri minatori hanno annunciato i loro piani di estrazione al Politecnico di Zurigo. Tra questi, il cinese F2Pool, che secondo i dati di Blockchain.info ha generato il maggior numero di bitcoin nelle ultime 24 ore, e il pool minerario della Virginia BTCS. BTCS ha già annunciato un progetto pilota per la miniera di etere (ETH) nel mese di marzo.

Secondo Ethstats, la rete Ethereum genera attualmente un fretta di 2,8 terahashes al secondo.